Boggi Milano

Boggi Milano è riconosciuta come la manifestazione di una vera passione per l’eleganza italiana e come una delle più importanti aziende di abbigliamento maschile. Fondata nel 1939, l’azienda italiana si rivolge all’uomo cosmopolita con un’offerta adatta per tutte le occasioni, dal formale allo smart casual, arricchita da una gamma di accessori interamente Made in Italy. Una filosofia che si contraddistingue per alcuni fondamentali valori su cui basa il suo successo internazionale: una passione nel voler soddisfare le esigenze del mondo attuale senza perdere di vista la propria identità italiana; l’eleganza e l’equilibrio perfetto che rende insostituibile lo stile Boggi Milano; una tradizione, proiettata verso il futuro. Un’azienda sempre fedele alla sua storia e ai suoi saperi artigianali; e inoltre qualità, perché è il dettaglio che fa la differenza e che permette di offrire i prodotti migliori.

Con oltre 190 negozi in più di 38 Paesi, il brand è in costante espansione a livello mondiale e mira a diffondere il proprio stile oltre confine, mettendo sempre al centro le peculiarità dei mercati e le persone. Proprio in quest’ottica l’azienda nel 2016 ha creato la Boggi Milano Academy, una vera e propria accademia interna, con l’obiettivo di formare le nuove risorse, ma non solo, ed essere così sempre aggiornati sui cambiamenti in atto nel panorama globale.
Ne abbiamo parlato con Sonia Konjevic, Responsabile marketing per la Francia e il Benelux.

Qualche parola, per cominciare, sul suo lavoro a Marsiglia. Di cosa si tratta e come ha cominciato?
Il mio lavoro è quello di fare conoscere il nostro marchio sui mercati di Francia e Benelux. Ho cominciato a lavorare per Boggi Milano da due anni ormai, in quanto Responsabile Marketing, e in questo periodo abbiamo aperto sul territorio 7 negozi. Un periodo di crescita intensa, motivata anche dalla passione di fare conoscere l’eleganza italiana.

Qual è il vostro rapporto con l’Italia oggi?
Essendo un marchio italiano, siamo in stretta collaborazione con i nostri colleghi d’oltralpe. È l’Italia che ci indica la strada che il nostro marchio deve seguire all’estero, dopodiché sono io, con la mia squadra, a dovermi adattare al mercato locale.

Quali sono i vostri progetti per il futuro?
Creare un bel rapporto con i nostri collaboratori, per permettere di conoscere a fondo il nostro marchio e lo stile italiano che incarniamo. La relazione può espletarsi sotto forma di eventi, partenariato o altro. Le tipologie di collaborazione sono diverse e devono sempre collocarsi all’interno valore aggiunto che noi, ed i collaboratori, possiamo ottenere.


Questionario di Proust

Anzitutto, qual è il tratto principale del suo carattere?
La positività

La qualità che preferisce negli altri?
La positività

Il suo maggior difetto?
Testarda

La sua idea di felicità?
Vivere

Se potesse essere un’altra persona?
Jean Dujardin (al femminile)

La canzone italiana preferita?
Se telefonando – Mina

Il film italiano preferito?
Johnny Stecchino

L’attrice italiana preferita?
Sophia Loren

L’attore italiano preferito?
Roberto Benigni

Piatto e bevanda preferiti della cucina italiana?
Aperitivo con lo spritz

Quale città italiana l’ha colpita maggiormente?
Venezia

Quale monumento o opera d’arte rappresenta meglio l’Italia?
Il David di Michelangelo

Cosa ama di più degli italiani?
La gioia di vivere

Cosa detesta di più (attenzione, con sincerità!) degli italiani?
Un po’ troppo rumorosi

Il suo colore preferito?
Verde

Lo scrittore italiano preferito?
Andrea De Carlo

Chi è nella vita reale, l’eroe al quale si ispira?
Rosa Parks

La dote naturale che avrebbe voluto avere?
Saper suonare il violino

La virtù più importante?
L’umiltà

Il suo motto?
Carpe diem