Edoardo Secchi: “Francia e Italia unite per guidare l’Europa”

Con l’uscita del Regno Unito dall’Europa e l’abbandono di Angela Merkel dalla politica attiva, secondo Edoardo Secchi, Presidente fondatore di Italy-France GroupFrancia e Italia potrebbero diventare il nuovo motore per la guida non solo politica ma anche economia dell’Europa, complice l’arrivo a Palazzo Chigi di Mario Draghi, ex presidente della Banca Centrale Europea. I due Paesi hanno più di un obiettivo in comune. Non dimentichiamo che la Francia è il secondo partner per il mercato italiano dopo la Germania, e il secondo fornitore di beni. L’Italia, dal canto suo è il secondo cliente del mercato francese, e suo terzo fornitore; dalla loro interazione economica, sono arrivati oltre 81 miliardi di euro negli ultimi anni (dati aggiornati al 2019). Sono oltre 4.000 le imprese che hanno scambi commerciali, da entrambi i lati delle Alpi, imprese che operano nei più diversi settori: dalle automobili all’aerospaziale, dalla chimica alla siderurgia, con investimenti da entrambe le parti che superano i 110 miliardi di euro e che rappresentano i due terzi del prodotto interno lordo europeo. Una svolta che si augura Edoardo Secchi. Lo stesso Secchi ha lanciato l’invito, nelle colonne del quotidiano francese Le Figaro, ai rispettivi governi affinché prendano in mano le redini di un’Europa mostratasi negli ultimi anni troppo incerta e disorganizzata

Iscrizione Newsletter

Iscrivendoti, scopri tutte le nostre novità e i nostri eventi franco-italiani