Menu

In Italia la prima autostrada elettrica

Dopo una prima fase denominata “studio pilota”, utile per la messa in servizio e la calibrazione del sistema, la A35 verrà completamente elettrificata così da permettere a tutti i veicoli pesanti di connettersi alla rete elettrica e spostarsi senza inquinare. L’idea è nata dalla società Scania e prevede l’installazione (in entrambi i sensi di marcia) di una linea elettrica sospesa che permetta l’alimentazione dei camion in circolazione. Il sistema, già testato in Svezia e Germania, ricorda quello più noto dei trolleybus: grazie ad un pantografo e ad un gruppo motopropulsore ibrido, i veicoli potranno alimentare un motore elettrico. Il progetto di 6 km dell’autostrada A35 Brebemi (che collega Brescia a Milano) si appoggerà a dei sistemi di distribuzione elettrica che saranno realizzati all’esterno della piattaforma autostradale, con una linea di contatto a corrente continua di 600-750 V, costruita al di sopra della strada, ad un’altezza di circa 5,5 metri. Una rivoluzione copernicana con tre diversi aspetti: culturale, economico e ambientale. Cambiare il rapporto degli utenti con l’ecologia, ridurre drasticamente le emissioni di CO2 e aumentare la competitività delle imprese. Il risparmio di diesel farà bassare i prezzi dei trasporti del 30-40% in media. Si tratta di un progetto economicamente oneroso: il costo per 1 km di autostrada sarà di 1 milione di euro ed elettrificare il totale della A35 costerà circa 150 milioni. I ministeri italiani dei Trasporti e dell’ambiente saranno entrambi coinvolti nel progetto. La scelta dell’A35 si giustifica in parte per la modernità di questo troncone autostradale e in parte per ragioni geografiche: si situa nel cuore del mercato nazionale ed europeo dei servizi logistici ed è dunque uno dei più esposti in Europa ai fattori dell’inquinamento. Siemens, altro responsabile di questo progetto, stima che le emissioni di CO2 nel settore dei trasporti sarebbero ridotte di 6 milioni di tonnellate se il 30% del traffico dei carichi pesanti potesse infine venire elettrificato.