Menu

L’industria chimica italiana rinasce con una crescita del 2,6%

La chimica è ovunque, ed è un po’ per questo che essa è un eccellente termometro dell’economia italiana e del valore del Made in Italy. 10 anni dopo l’inizio in Italia di una profonda crisi industriale, che oggi sembra superata, il presidente di Federchimica Paolo Lamberti ha dichiarato che l’Italia può finalmente guardare al futuro con ottimismo; l’industria chimica è tra i settori che hanno meglio resistito e che hanno saputo rinnovarsi, diventando ancora più competitiva a livello internazionale. Se il 2016 è stato un anno piuttosto deludente, il 2017 offre un panorama molto più incoraggiante, con l’export in crescita e la ripresa della domanda interna. L’Italia è il terzo produttore europeo e conferma la sua posizione. In seguito ai dati relativi a produzione, domanda e prezzi delle materie prime, nel 2018 per l’industria chimica è prevista una crescita del 2%.