Restiamo “green”, anche durante la crisi

Dall’orto casalingo, ai prodotti alimentari a chilometro 0, gli italiani riescono a trovare del buono anche nei momenti difficili (e speriamo gli ultimi) della pandemia. Lo svela un’indagine realizzata da mUp Research e Norstat in occasione della Giornata mondiale della terra: un italiano su cinque è infatti convinto che ora è necessario adottare comportamenti virtuosi verso l’ambiente, e il 47% di questi, pensa che sia giusto farlo anche per motivi economici, oltre che etici. Oltre la metà degli intervistati (il 55% per l’esattezza), ad esempio, ha detto di aver privilegiato l’acquisto di prodotti alimentari a chilometro zero, un dato che rispetto al 2019 è aumentato del 27%. Anche l’orticello casalingo sembra sempre più diffuso: 1 intervistato su 4, ha detto di aver coltivato direttamente in casa frutti o ortaggi, soprattutto donne e giovani tra i 18 e i 24 anni.

Iscrizione Newsletter

Iscrivendoti, scopri tutte le nostre novità e i nostri eventi franco-italiani